Continua il nostro viaggio tra le passerelle di Pitti Uomo per scoprire tutte le novità della moda maschile dove si alternano capi d’abbigliamento grintosi e ricercati ad accessori tecnici e di tendenza.

Pitti Uomo Moschino


Un classico rivisitato con completi formali e in tartan sgargiante, smoking rivisti scarpe dalla suola rossa. Il piatto servito tra i tavoli di un ristorante meneghino: se la voglia è quella di avvicinarsi al compratore finale, da Moschino lo fanno a modo loro, con i modelli che girano tra le tavole imbandite. E l’idea piace, soprattutto ai buyer stranieri o al cibo e moda italiana insieme.



Pitti Uomo Piquadro E Marras 1

Tante, in questa Milano collezioni, le alternative alla classica passerella. In casa Fendi, abolita la lunga pedana, i modelli salgono e scendono le scale: scarpe grosse, cappotti/giacche con il cappuccio, lane cotte e grandi borsoni da uomo. E il montgomery, o in maglia lavorata o impreziosito, è davvero la nuova, grande passione maschile, come gli accessori.

Pitti Uomo Piquadro E Marras 3

Crescono nel guardaroba maschile, gli investimenti per borse e borsoni. Piacciono gli zaini, magari super tecnici e ricercati, come quelli con la creatività di Antonio Marras e la tecnologia in casa Piquadro: borse, zaini e trolley da chiamare per nome, ispirati alla poesia da viaggio. “E’ una sorta di corto circuito“, spiega Antonio Marras, “di due mondi così diametralmente opposti che in qualche modo si sono incontrati“.

Pitti Uomo Piquadro E Marras 2

Spazzolatura a mano, cuoio martellato, i modelli più classici, un pò little Europa, in tema di scarpe  e mocassini per i Fratelli Rossetti. Il colore nuovo? Il bordeaux scuro, sfumato dai maestri calzolai. “L’accessorio curato denota proprio anche una cura della persona, più ancora che nell’abbigliamento” conclude Luca Rossetti.

via | TG5





Non perderti le news di Moda seguici su Facebook, Twitter o Google+: